HEART OF A REBEL, SOUL OF A GENTLEMAN

BRABUS 1300 R

BRABUS 1300 R

Nonostante sia basata sulla KTM 1290 SUPER DUKE R EVO, la BRABUS 1300 R mantiene la precisa identità e il pedigree che le sono propri con una serie di dettagli esclusivi e componenti artigianali. Le leggere ruote forgiate a 9 raggi Monoblock Z e le prese d'aria su misura in fibra di carbonio, insieme al caratteristico faro anteriore e alla sella riscaldata personalizzata, richiamano elementi di stile presenti nelle supercar BRABUS. A ogni modo, non è solo nell’estetica che la tradizione BRABUS si mostra in tutto il suo splendore. Con 180 CV e 140 Nm di coppia, si comporta esattamente come dovrebbe fare un veicolo che ostenta il logo BRABUS.
  • PHO_BIKE_90_RE_Brabus-1300-r-magma-red-my22-90-right_#SALL_#AEPI_#V1.png
  • PHO_BIKE_90_RE_brabus-1300r-22-black-fg_#SALL_#AEPI_#V2.png
Nonostante sia basata sulla KTM 1290 SUPER DUKE R EVO, la BRABUS 1300 R mantiene la precisa identità e il pedigree che le sono propri con una serie di dettagli esclusivi e componenti artigianali. Le leggere ruote forgiate a 9 raggi Monoblock Z e le prese d'aria su misura in fibra di carbonio, insieme al caratteristico faro anteriore e alla sella riscaldata personalizzata, richiamano elementi di stile presenti nelle supercar BRABUS. A ogni modo, non è solo nell’estetica che la tradizione BRABUS si mostra in tutto il suo splendore. Con 180 CV e 140 Nm di coppia, si comporta esattamente come dovrebbe fare un veicolo che ostenta il logo BRABUS.
  1. Motore e scarico
  2. Telaio
  3. Ergonomia e comfort
  4. Software ed elettronica
  5. Sovrastrutture e grafiche

01. Motore e scarico

Motore

Forte dei suoi 180 CV e 140 Nm, il bicilindrico a V LC8 da 1301 cm³ che anima la BRABUS 1300 R rappresenta lo standard di riferimento dell’evoluzione dei bicilindrici a V. E, con i sostegni del motore e del leveraggio che si vanno ad aggiungere alla struttura complessiva dell’intero pacchetto, è letteralmente la parte che tiene tutto insieme e che incrementa ancor di più la rigidità di un pacchetto già potente.

Carter motore

I carter motore sottili, i supporti ottimizzati dei radiatori dell’acqua e dell’olio, e le leggere tubazioni dell'olio in alluminio fanno sì che in questo motore non c’è più la necessità di avere una doppia parete. Inoltre, la staffa del motore e il supporto del leveraggio sono stati integrati nel carter motore, consentendo una connessione più rigida.

Iniettori

Gli iniettori con alimentazione dall’alto e i corpi farfallati da 56 mm garantiscono una miscela aria-carburante ottimale a regimi elevati. Ne risultano una coppia maggiore e consumi più contenuti a tutti i regimi.

Scatola del cambio

Grazie all’impeccabile scatola del cambio PANKL, cambi di marcia rapidissimi, azione più corta del cambio e modulazione più leggera della leva sono ora tutte caratteristiche di serie. L’azione fluida del cambio è dovuta all’albero scanalato migliorato e al rivestimento in rame bronzato sulle forchette del cambio.

Sistema d'accensione doppia

Quando si tratta di avere una combustione efficiente, due candele sono meglio di una. Il sistema d’accensione doppia sfrutta bobine d'accensione più potenti e due candele di accensione in ciascuna testa del cilindro. Ciò garantisce una sequenza di accensione ottimale, che si traduce in maggiore potenza, migliore controllo, minori consumi di carburante ed emissioni più basse.

Presa d’aria

Per comportarsi come una BRABUS, la 1300 R deve respirare come una BRABUS. Grazie alle prese d'aria appositamente progettate, il flusso viene massimizzato incanalando l’aria all’interno delle camere di combustione. Per contro, ciò riduce l’eventualità di un’eccessiva perdita di pressione e incrementa l’efficienza della combustione.

Frizione PASC

Mentre la frizione antisaltellamento PASC lubrificata a pressione consente una modulazione leggerissima in fase di accelerazione, è come gestisce la decelerazione a essere davvero impressionante. Se la coppia di ritorno del motore raggiunge livelli estremi quando si scala bruscamente dalle alte velocità, la frizione si apre per evitare il blocco della ruota posteriore, lasciando al pilota il pieno controllo e la perfetta velocità in entrata di curva.

RIDE BY WIRE

Alla BRABUS 1300 R è stata aggiunta una nuova manopola dell'acceleratore Quick-Turn. Con l’azione rotante ridotta di 7 gradi, questa soluzione sviluppata dal team R&D non solo offre comandi sul gas più rapidi e più reattivi, ma riduce anche la torsione del polso del pilota e il parallelo abbassamento del gomito a piena potenza. Questa soluzione è abbinata al fluido ride by wire, che traduce elettronicamente i comandi della manopola dell'acceleratore impartiti dal pilota, adattando al meglio la posizione della valvola a farfalla alla situazione di guida del momento.

Carter motore

È stato ridotto il peso dei carter motore, rendendoli leggermente più sottili, cosa che, unita a una nuova pompa dell'acqua e a un coperchio della frizione più leggero, ha permesso di diminuire considerevolmente il peso complessivo.

Pistoni

La tecnologia del pistone fucinato, ripresa dalla Formula 1, permette di spingersi al limite della capacità di carico, pur con una struttura estremamente corta e leggera. Ciò riduce al minimo le masse controrotanti e massimizza la risposta. I mantelli dei pistoni presentano una finitura anodizzata dura all'avanguardia per ridurre al minimo l'attrito, aumentando la briosità del motore. Per di più, la particolare resistenza nel tempo di questi componenti aggiunge molti anni alla vita già sorprendente del motore.

Silenziatore

Il silenziatore è sempre stato una caratteristica in grado di definire lo stile di tutti i prodotti BRABUS. Il suono caratteristico e il design orientato alle prestazioni sono ben radicati nella tradizione BRABUS e il silenziatore dedicato è stato progettato per ottenere una pressione di ritorno ottimale. La BRABUS 1300 R è dotata di un esclusivo silenziatore slip-on rivestito in ceramica nera opaca e caratterizzato da un design con doppio tubo di scarico, che sottolinea la personalità forte ma non convenzionale della moto.

Valvole dell'aspirazione in titanio

La BRABUS 1300 R presenta modernissime valvole dell'aspirazione fresate in titanio con rivestimento al nitruro di cromo PVD e un design piatto, per un peso di 19 grammi più leggero rispetto alle valvole dell'aspirazione in acciaio. Combinate con le teste del cilindro meticolosamente progettate e con la camera di combustione della BRABUS 1300 R, offrono un rapporto di compressione pari a 13,5:1 e, in definitiva, maggiore potenza.

Teste dei cilindri

Grazie alle camere di risonanza sulle teste dei cilindri, progettate per incrementare i valori di coppia ai regimi medio-bassi, il gruppo motopropulsore della BRABUS 1300 R è più fluido, consuma meno e taglia le emissioni di CO².

Motore

Forte dei suoi 180 CV e 140 Nm, il bicilindrico a V LC8 da 1301 cm³ che anima la BRABUS 1300 R rappresenta lo standard di riferimento dell’evoluzione dei bicilindrici a V. E, con i sostegni del motore e del leveraggio che si vanno ad aggiungere alla struttura complessiva dell’intero pacchetto, è letteralmente la parte che tiene tutto insieme e che incrementa ancor di più la rigidità di un pacchetto già potente.

Carter motore

I carter motore sottili, i supporti ottimizzati dei radiatori dell’acqua e dell’olio, e le leggere tubazioni dell'olio in alluminio fanno sì che in questo motore non c’è più la necessità di avere una doppia parete. Inoltre, la staffa del motore e il supporto del leveraggio sono stati integrati nel carter motore, consentendo una connessione più rigida.

Iniettori

Gli iniettori con alimentazione dall’alto e i corpi farfallati da 56 mm garantiscono una miscela aria-carburante ottimale a regimi elevati. Ne risultano una coppia maggiore e consumi più contenuti a tutti i regimi.

Scatola del cambio

Grazie all’impeccabile scatola del cambio PANKL, cambi di marcia rapidissimi, azione più corta del cambio e modulazione più leggera della leva sono ora tutte caratteristiche di serie. L’azione fluida del cambio è dovuta all’albero scanalato migliorato e al rivestimento in rame bronzato sulle forchette del cambio.

Sistema d'accensione doppia

Quando si tratta di avere una combustione efficiente, due candele sono meglio di una. Il sistema d’accensione doppia sfrutta bobine d'accensione più potenti e due candele di accensione in ciascuna testa del cilindro. Ciò garantisce una sequenza di accensione ottimale, che si traduce in maggiore potenza, migliore controllo, minori consumi di carburante ed emissioni più basse.

Presa d’aria

Per comportarsi come una BRABUS, la 1300 R deve respirare come una BRABUS. Grazie alle prese d'aria appositamente progettate, il flusso viene massimizzato incanalando l’aria all’interno delle camere di combustione. Per contro, ciò riduce l’eventualità di un’eccessiva perdita di pressione e incrementa l’efficienza della combustione.

Frizione PASC

Mentre la frizione antisaltellamento PASC lubrificata a pressione consente una modulazione leggerissima in fase di accelerazione, è come gestisce la decelerazione a essere davvero impressionante. Se la coppia di ritorno del motore raggiunge livelli estremi quando si scala bruscamente dalle alte velocità, la frizione si apre per evitare il blocco della ruota posteriore, lasciando al pilota il pieno controllo e la perfetta velocità in entrata di curva.

RIDE BY WIRE

Alla BRABUS 1300 R è stata aggiunta una nuova manopola dell'acceleratore Quick-Turn. Con l’azione rotante ridotta di 7 gradi, questa soluzione sviluppata dal team R&D non solo offre comandi sul gas più rapidi e più reattivi, ma riduce anche la torsione del polso del pilota e il parallelo abbassamento del gomito a piena potenza. Questa soluzione è abbinata al fluido ride by wire, che traduce elettronicamente i comandi della manopola dell'acceleratore impartiti dal pilota, adattando al meglio la posizione della valvola a farfalla alla situazione di guida del momento.

Carter motore

È stato ridotto il peso dei carter motore, rendendoli leggermente più sottili, cosa che, unita a una nuova pompa dell'acqua e a un coperchio della frizione più leggero, ha permesso di diminuire considerevolmente il peso complessivo.

Pistoni

La tecnologia del pistone fucinato, ripresa dalla Formula 1, permette di spingersi al limite della capacità di carico, pur con una struttura estremamente corta e leggera. Ciò riduce al minimo le masse controrotanti e massimizza la risposta. I mantelli dei pistoni presentano una finitura anodizzata dura all'avanguardia per ridurre al minimo l'attrito, aumentando la briosità del motore. Per di più, la particolare resistenza nel tempo di questi componenti aggiunge molti anni alla vita già sorprendente del motore.

Silenziatore

Il silenziatore è sempre stato una caratteristica in grado di definire lo stile di tutti i prodotti BRABUS. Il suono caratteristico e il design orientato alle prestazioni sono ben radicati nella tradizione BRABUS e il silenziatore dedicato è stato progettato per ottenere una pressione di ritorno ottimale. La BRABUS 1300 R è dotata di un esclusivo silenziatore slip-on rivestito in ceramica nera opaca e caratterizzato da un design con doppio tubo di scarico, che sottolinea la personalità forte ma non convenzionale della moto.

Valvole dell'aspirazione in titanio

La BRABUS 1300 R presenta modernissime valvole dell'aspirazione fresate in titanio con rivestimento al nitruro di cromo PVD e un design piatto, per un peso di 19 grammi più leggero rispetto alle valvole dell'aspirazione in acciaio. Combinate con le teste del cilindro meticolosamente progettate e con la camera di combustione della BRABUS 1300 R, offrono un rapporto di compressione pari a 13,5:1 e, in definitiva, maggiore potenza.

Teste dei cilindri

Grazie alle camere di risonanza sulle teste dei cilindri, progettate per incrementare i valori di coppia ai regimi medio-bassi, il gruppo motopropulsore della BRABUS 1300 R è più fluido, consuma meno e taglia le emissioni di CO².

02. Telaio

Telaio

Il telaio, che sfrutta il motore come mezzo per incrementare la rigidità torsionale, fa sì che la BRABUS 1300 R raggiunga l’equilibrio perfetto quanto a rigidità. Ne risulta una posizione di marcia meno stressante che ispira sicurezza e che si traduce in una guida di fatto più veloce. Tutto ciò viene ottenuto massimizzando la risposta della ciclistica e dello pneumatico anteriore. Il telaio trae anche vantaggio da tubi con diametro più spesso e pareti più sottili, che comportano il valore unitario più grande in termini di riduzione di peso sulla moto.

Telaietto posteriore

Il leggero telaietto posteriore in materiale composito riunisce una serie di funzioni per ridurre il peso e incrementare la funzionalità. Sella del passeggero, supporto del portatarga e luci di posizione posteriori sono imbullonati direttamente sulla struttura del telaietto posteriore, senza che sia necessario aggiungere supporti o attacchi.

Forcellone

Per aumentare la sensibilità e la trazione, il punto di perno del forcellone monobraccio è stato posizionato 5 mm più in alto rispetto al pignone, garantendo maggiore controllo quando si scarica la potenza a terra. Insieme al riposizionamento del motore nel telaio, si è ottenuta una maggiore inclinazione del forcellone, incrementando l’anti-cabrata.

Sospensioni semiattive

Con la loro capacità di adattarsi alle caratteristiche del fondo stradale e agli input del pilota, le sospensioni semiattive WP (SAT) della BRABUS 1300 R trasformano questa moto da una cruiser a un’attenta predatrice di curve. In quanto sistema di sospensioni più avanzato sul mercato, le sospensioni semiattive WP presentano valvole magnetiche a controllo elettronico di nuova concezione per lo smorzamento variabile, che offrono un ampio spettro di regolazioni, dal massimo comfort su strada fino all’estrema rigidità pronta per la pista.

Forcella

Le forcelle WP APEX da 48 mm presentano lo smorzamento a controllo elettronico, che interviene in modo più tradizionale e meno intrusivo. Questo risultato è stato raggiunto usando sensori d’escursione elastica a modulazione di larghezza d’impulso, che trasmettono segnali più precisi e più reattivi, oltre che con una valvola SAT in grado di dare una risposta più rapida. Il risultato finale? Una perfetta regolazione delle sospensioni in cui al pilota non resta che guidare.

Piastra della forcella

Leggera e ultrarigida, questa piastra della forcella è stata progettata appositamente per la BRABUS 1300 R. Pur mantenendo lo stesso offset di 32 mm, la sua rigidità garantisce una maneggevolezza e una sensibilità precise in caso di frenate brusche. Inoltre, assicura meno attrito nella zona di bloccaggio della forcella, offrendo una migliore distribuzione della pressione. La cosa più importante, comunque, è che si tratta di un componente tipico che sbandiera il design BRABUS, rifinito in nero bicolore e alluminio, e impreziosito dal logo BRABUS.

Ammortizzatore

In combinazione con il pacchetto di serie SUSPENSION PRO, l’ammortizzatore vanta un nuovissimo regolatore del precarico automatico basato su un sensore d’escursione elastica che permette al sistema SAT di riconoscere quanto carico c’è sulla moto, effettuando un precarico automatico della molla per bilanciare perfettamente la geometria e il SAG. È possibile regolarli attraverso tre modalità: LOW, STANDARD e HIGH. In alternativa, il pilota può regolarli dallo 0% al 100%, con incrementi del 10% o di 2 mm. Tutte le regolazioni delle sospensioni possono essere effettuate tramite il quadro strumenti e le modalità/impostazioni sono indicate sul display TFT.

SUSPENSION PRO

Il pacchetto SUSPENSION PRO permette di selezionare tre messe a punto aggiuntive delle sospensioni, vale a dire TRACK, AUTO e ADVANCED. Di fatto i piloti possono affidarsi alle impostazioni TRACK migliori di sempre, chiedere alla moto di adattare automaticamente le sospensioni in base alla situazione di guida, oppure immergersi nelle impostazioni della modalità ADVANCED. La modalità ADVANCED permette al pilota di mettere a punto singolarmente lo smorzamento anteriore e posteriore, con un gamma di 8 livelli, da HARD a SOFT.

Leveraggio

Grazie alla potenza dell’effetto leva, il leveraggio al posteriore aiuta ad assorbire le asperità delle strade accidentate, ma assicura comunque tutta la reattività necessaria per aggredire i cordoli in pista. L'ammortizzazione progressiva garantisce inoltre livelli ottimali di smorzamento e resistenza all'affondamento.

Ruote

Le leggere ruote forgiate e su misura a 9 raggi Monoblock Z impreziosiscono la BRABUS 1300 R, andandosi ad aggiungere al suo carattere indiscutibilmente di tendenza e portando un tocco da supercar BRABUS all’insieme.

Pneumatici

Gli pneumatici BRIDGESTONE S22 (120/70/17 all’anteriore e 200/55/17 al posteriore) sono stati sviluppati appositamente per gestire le esigenze e le forze della BRABUS 1300 R. Composti da una mescola con particelle fini di silice, offrono un grip migliore sul bagnato, garantendo caratteristiche eccezionali su strada ma anche una maneggevolezza fenomenale in condizioni di guida estreme.

Freni

A domare la BRABUS 1300 R ci pensano le pinze monoblocco a quattro pistoncini BREMBO Stylema accoppiate a dischi flottanti da 320 mm montati singolarmente all’anteriore e una pinza flottante a due pistoncini con disco singolo da 240 mm al posteriore.

Telaio

Il telaio, che sfrutta il motore come mezzo per incrementare la rigidità torsionale, fa sì che la BRABUS 1300 R raggiunga l’equilibrio perfetto quanto a rigidità. Ne risulta una posizione di marcia meno stressante che ispira sicurezza e che si traduce in una guida di fatto più veloce. Tutto ciò viene ottenuto massimizzando la risposta della ciclistica e dello pneumatico anteriore. Il telaio trae anche vantaggio da tubi con diametro più spesso e pareti più sottili, che comportano il valore unitario più grande in termini di riduzione di peso sulla moto.

Telaietto posteriore

Il leggero telaietto posteriore in materiale composito riunisce una serie di funzioni per ridurre il peso e incrementare la funzionalità. Sella del passeggero, supporto del portatarga e luci di posizione posteriori sono imbullonati direttamente sulla struttura del telaietto posteriore, senza che sia necessario aggiungere supporti o attacchi.

Forcellone

Per aumentare la sensibilità e la trazione, il punto di perno del forcellone monobraccio è stato posizionato 5 mm più in alto rispetto al pignone, garantendo maggiore controllo quando si scarica la potenza a terra. Insieme al riposizionamento del motore nel telaio, si è ottenuta una maggiore inclinazione del forcellone, incrementando l’anti-cabrata.

Sospensioni semiattive

Con la loro capacità di adattarsi alle caratteristiche del fondo stradale e agli input del pilota, le sospensioni semiattive WP (SAT) della BRABUS 1300 R trasformano questa moto da una cruiser a un’attenta predatrice di curve. In quanto sistema di sospensioni più avanzato sul mercato, le sospensioni semiattive WP presentano valvole magnetiche a controllo elettronico di nuova concezione per lo smorzamento variabile, che offrono un ampio spettro di regolazioni, dal massimo comfort su strada fino all’estrema rigidità pronta per la pista.

Forcella

Le forcelle WP APEX da 48 mm presentano lo smorzamento a controllo elettronico, che interviene in modo più tradizionale e meno intrusivo. Questo risultato è stato raggiunto usando sensori d’escursione elastica a modulazione di larghezza d’impulso, che trasmettono segnali più precisi e più reattivi, oltre che con una valvola SAT in grado di dare una risposta più rapida. Il risultato finale? Una perfetta regolazione delle sospensioni in cui al pilota non resta che guidare.<br />

Piastra della forcella

Leggera e ultrarigida, questa piastra della forcella è stata progettata appositamente per la BRABUS 1300 R. Pur mantenendo lo stesso offset di 32 mm, la sua rigidità garantisce una maneggevolezza e una sensibilità precise in caso di frenate brusche. Inoltre, assicura meno attrito nella zona di bloccaggio della forcella, offrendo una migliore distribuzione della pressione. La cosa più importante, comunque, è che si tratta di un componente tipico che sbandiera il design BRABUS, rifinito in nero bicolore e alluminio, e impreziosito dal logo BRABUS.

Ammortizzatore

In combinazione con il pacchetto di serie SUSPENSION PRO, l’ammortizzatore vanta un nuovissimo regolatore del precarico automatico basato su un sensore d’escursione elastica che permette al sistema SAT di riconoscere quanto carico c’è sulla moto, effettuando un precarico automatico della molla per bilanciare perfettamente la geometria e il SAG. È possibile regolarli attraverso tre modalità: LOW, STANDARD e HIGH. In alternativa, il pilota può regolarli dallo 0% al 100%, con incrementi del 10% o di 2 mm. Tutte le regolazioni delle sospensioni possono essere effettuate tramite il quadro strumenti e le modalità/impostazioni sono indicate sul display TFT.

SUSPENSION PRO

Il pacchetto SUSPENSION PRO permette di selezionare tre messe a punto aggiuntive delle sospensioni, vale a dire TRACK, AUTO e ADVANCED. Di fatto i piloti possono affidarsi alle impostazioni TRACK migliori di sempre, chiedere alla moto di adattare automaticamente le sospensioni in base alla situazione di guida, oppure immergersi nelle impostazioni della modalità ADVANCED. La modalità ADVANCED permette al pilota di mettere a punto singolarmente lo smorzamento anteriore e posteriore, con un gamma di 8 livelli, da HARD a SOFT.

Leveraggio

Grazie alla potenza dell’effetto leva, il leveraggio al posteriore aiuta ad assorbire le asperità delle strade accidentate, ma assicura comunque tutta la reattività necessaria per aggredire i cordoli in pista. L'ammortizzazione progressiva garantisce inoltre livelli ottimali di smorzamento e resistenza all'affondamento.

Ruote

Le leggere ruote forgiate e su misura a 9 raggi Monoblock Z impreziosiscono la BRABUS 1300 R, andandosi ad aggiungere al suo carattere indiscutibilmente di tendenza e portando un tocco da supercar BRABUS all’insieme.

Pneumatici

Gli pneumatici BRIDGESTONE S22 (120/70/17 all’anteriore e 200/55/17 al posteriore) sono stati sviluppati appositamente per gestire le esigenze e le forze della BRABUS 1300 R. Composti da una mescola con particelle fini di silice, offrono un grip migliore sul bagnato, garantendo caratteristiche eccezionali su strada ma anche una maneggevolezza fenomenale in condizioni di guida estreme.

Freni

A domare la BRABUS 1300 R ci pensano le pinze monoblocco a quattro pistoncini BREMBO Stylema accoppiate a dischi flottanti da 320 mm montati singolarmente all’anteriore e una pinza flottante a due pistoncini con disco singolo da 240 mm al posteriore.

03. Ergonomia e comfort

Manubrio

Trovare la posizione di seduta ottimale è facile grazie al manubrio regolabile largo 760 mm. I piloti possono personalizzare la distanza come preferiscono, con 4 posizioni in un range di 22 mm in avanti e indietro; ciò facilita le entrate in curva ed è fondamentale per tenersi ben saldi nei rettilinei.

Interruttore menu

La BRABUS 1300 R vanta un intuitivo display TFT da 5" con animazione BRABUS all’avviamento. Per accedere ai vari ausili alla guida e alle modalità sospensione, è stata sviluppata una robusta strumentazione di comando tattile, che, tra l’altro, funziona in maniera efficiente. I piloti possono regolare lo slittamento della ruota tramite i tasti a palette sulla strumentazione di comando, quando è attivo il TRACK MODE. Inoltre, la strumentazione di comando ospita due interruttori che sono programmabili per permettere ai piloti di accedere rapidamente alle funzionalità preferite o alle impostazioni di loro scelta.

Leve manuali

Forte della bellezza estetica e delle prestazioni, la BRABUS 1300 R presenta leve manuali fresate CNC, entrambe completamente regolabili. Sono integrate da leve del cambio e del freno posteriore che consentono tre posizioni di montaggio per regolare sia la lunghezza che l’altezza, inclusa l’opzione per lo schema di innesto marce invertito.

Selle

La sella riscaldata personalizzata della BRABUS 1300 R è stata sviluppata per sottolineare il carattere lussuoso della moto, pur offrendo i massimi livelli di grip e fluidità di movimento per il pilota, insieme a un comfort ottimale. Il riscaldamento della sella assicura un piacevole comfort di guida quando le temperature sono più basse. Alta 845 mm, la sella è rifinita in due colori tra cui scegliere, cioè SIGNATURE RED o SIGNATURE BLACK.

Pedane

Le pedane BRABUS su misura sono fresate CNC a partire da alluminio ad alta resistenza con un paratallone in fibra di carbonio e sono regolabili in 12 posizioni. Le pedane sono rifinite con un'eccezionale combinazione cromatica di nero e argento.

Manubrio

Trovare la posizione di seduta ottimale è facile grazie al manubrio regolabile largo 760 mm. I piloti possono personalizzare la distanza come preferiscono, con 4 posizioni in un range di 22 mm in avanti e indietro; ciò facilita le entrate in curva ed è fondamentale per tenersi ben saldi nei rettilinei.

Interruttore menu

La BRABUS 1300 R vanta un intuitivo display TFT da 5" con animazione BRABUS all’avviamento. Per accedere ai vari ausili alla guida e alle modalità sospensione, è stata sviluppata una robusta strumentazione di comando tattile, che, tra l’altro, funziona in maniera efficiente. I piloti possono regolare lo slittamento della ruota tramite i tasti a palette sulla strumentazione di comando, quando è attivo il TRACK MODE. Inoltre, la strumentazione di comando ospita due interruttori che sono programmabili per permettere ai piloti di accedere rapidamente alle funzionalità preferite o alle impostazioni di loro scelta.

Leve manuali

Forte della bellezza estetica e delle prestazioni, la BRABUS 1300 R presenta leve manuali fresate CNC, entrambe completamente regolabili. Sono integrate da leve del cambio e del freno posteriore che consentono tre posizioni di montaggio per regolare sia la lunghezza che l’altezza, inclusa l’opzione per lo schema di innesto marce invertito.

Selle

La sella riscaldata personalizzata della BRABUS 1300 R è stata sviluppata per sottolineare il carattere lussuoso della moto, pur offrendo i massimi livelli di grip e fluidità di movimento per il pilota, insieme a un comfort ottimale. Il riscaldamento della sella assicura un piacevole comfort di guida quando le temperature sono più basse. Alta 845 mm, la sella è rifinita in due colori tra cui scegliere, cioè SIGNATURE RED o SIGNATURE BLACK.

Pedane

Le pedane BRABUS su misura sono fresate CNC a partire da alluminio ad alta resistenza con un paratallone in fibra di carbonio e sono regolabili in 12 posizioni. Le pedane sono rifinite con un'eccezionale combinazione cromatica di nero e argento.

04. Software ed elettronica

Faro anteriore

Un caratteristico faro anteriore rotondo che ricorda gli elementi di stile delle supercar BRABUS, come la BRABUS 900 GV12 e la BRABUS 800 Adventure XLP, domina l’immagine della BRABUS 1300 R, eliminando ogni dubbio sul pedigree di questa moto.

Assistenza alla guida

Molti tradizionalisti resteranno forse perplessi alla vista degli ausili elettronici alla guida, affermando che interferiscono con la guida pura. Tuttavia, quando si tratta della BRABUS 1300 R, tutte le funzioni elettroniche sono state messe a punto, per avere una maggiore risposta dal motore e un intervento meno invasivo dei sistemi di sicurezza. Significa che le impostazioni del Quickshifter+ sono state migliorate, che si ottiene una risposta più precisa e naturale e che le funzioni anti-impennata sono più fluide e più intuitive.

Riding mode

In cerca del controllo ottimale, la BRABUS 1300 R vanta un controllo della trazione, una funzione anti-impennata e riding mode eccellenti.

Modalità Rain
Il "Rain mode" rappresenta l’impostazione più ovvia sul bagnato. Infatti offre il massimo livello di controllo della trazione, una risposta morbidissima dell'acceleratore e meno potenza, tenendo la ruota anteriore sull’asfalto quando serve davvero.
Modalità Street
Proprio come suggerisce il nome, lo "Street mode" è pensato per la guida quotidiana sulle strade di tutti i giorni. Piena potenza, risposta dell'acceleratore standard e controllo della trazione con slittamento limitato tengono tutto sotto controllo su strada.
Modalità Sport
Attivato per una guida più briosa, lo "Sport mode" rinforza il controllo dell’acceleratore, riduce leggermente il controllo della trazione e permette all’anteriore di sollevarsi in caso di accelerazione improvvisa. E, ovviamente, libera tutta la potenza.
Track mode
Permette ai piloti di personalizzare i livelli di slittamento della ruota e la risposta dell'acceleratore in base alle loro preferenze individuali o alle condizioni della pista. Il controllo della trazione può essere impostato su 9 livelli di slittamento, mentre l’MSC viene completamente disabilitato. Anche la funzione anti-impennata può essere disattivata del tutto per chi ama alzare la ruota anteriore quando taglia il traguardo.
Performance mode
Riprende il concetto base del "Track mode", ma lo adatta alla strada. I piloti possono ancora regolare la risposta dell’acceleratore, lo slittamento della ruota e la funzione anti-impennata, pur mantenendo le tipiche funzionalità da strada, come il sistema di regolazione della velocità e il KTM Connect.

MTC

Il controllo di trazione della motocicletta, in breve MTC, usa due diversi dispositivi per tenere la situazione sotto controllo. Il primo e più ovvio è il dispositivo che controlla lo slittamento della ruota, regolando il numero di giri o spezzando la trazione sulla ruota posteriore. Il controllo dell’angolo di inclinazione rileva e regola i cambi improvvisi nel sollevamento della ruota anteriore. Entrambi questi dispositivi di controllo usano strategie individuali per garantire una perfetta rete di sicurezza "dietro le quinte" che è sempre funzionante. Mentre i vantaggi in termini di sicurezza sono ovvi, si ha anche un beneficio nell’accelerazione sui rettilinei.

L’MTC funziona anche quando vengono messi alla prova gli angoli di piega, reagendo immediatamente se la ruota posteriore aumenta il numero di giri in modo sproporzionato rispetto alla situazione di guida. L'MTC diminuisce la potenza del motore tramite le valvole a farfalla con un intervento delicatissimo e quasi impercettibile, riducendo lo slittamento al livello ottimale in funzione del riding mode selezionato e dell’angolo di piega. Secondo il riding mode selezionato, l'MTC permette diversi livelli di slittamento della ruota posteriore. Ovviamente, l’MTC può essere completamente disabilitato per provare tutta l’aggressività dell’esperienza.

MSR

A differenza dell’MTC, che entra in funzione quando la potenza sale, l’MSR interviene quando la potenza si riduce. La regolazione della coppia del motore in fase di rilascio (MSR) è presente come dotazione di serie sulla BRABUS 1300 R. L’MSR lavora insieme alla frizione antisaltellamento per dosare la valvola a farfalla, garantendo una decelerazione estremamente fluida nelle condizioni più estreme, senza l’indesiderato blocco della ruota posteriore. Viene disattivato nelle modalità "TRACK" e "ABS Supermoto", per permettere ai piloti di inserire la moto in curva come preferiscono.

ABS Supermoto

Quando i piloti selezionano l’"ABS Supermoto", accadono tre cose. Innanzitutto, viene interamente disabilitata la funzione ABS sulla ruota posteriore, permettendo ai piloti di far bloccare i freni per migliorare l'inserimento in curva. In secondo luogo, il sistema ABS non interferisce nell’eventualità in cui la ruota posteriore si stacchi dall’asfalto, rendendo possibile lo stoppie. Infine, viene disattivato l’ABS sensibile all’angolo di piega, lasciando ai piloti il pieno controllo quando si infilano fulminei nelle curve veloci con la massima pressione dei freni. Nel complesso, la disattivazione di queste funzioni con l’“ABS Supermoto” dà al pilota più controllo nelle situazioni estreme in pista e permette ai più abili di frenare con più forza durante le sessioni in cui cercano il limite della staccata in curva.

Sistema di regolazione della velocità

I lunghi viaggi in autostrada saranno una passeggiata grazie al sistema di regolazione della velocità della BRABUS 1300 R. Viene facilmente attivato e controllato tramite un interruttore posto sul lato sinistro del manubrio; i piloti possono impostarlo in terza, quarta, quinta e sesta, a una velocità compresa fra 40 e 200 km/h. Si tratta di un modo per risparmiare energia per i tratti tortuosi.

Sistema di controllo della pressione degli pneumatici

Come suggerisce il nome, questo sistema controlla la pressione degli pneumatici e, attraverso il display TFT, avverte il pilota di un potenziale danno agli pneumatici in caso di perdita di pressione. Sicuramente un ulteriore vantaggio, se vuoi passare più tempo sulla strada e meno a controllare la pressione.

Reset automatico degli indicatori di direzione

Le frecce che si disattivano automaticamente (ATIR) rappresentano un grande miglioramento in termini di sicurezza, poiché ora è impossibile dimenticarsi di spegnerle lasciandole lampeggiare all’infinito. Le frecce smettono di lampeggiare dopo 10 secondi e 150 metri. 

RACE ON

Dimenticati di chiavi dell'accensione e tappi del serbatoio a chiusura meccanica, perché la BRABUS 1300 R è dotata della tecnologia keyless. Tutto ciò di cui hai bisogno è il transponder in tasca, così potrai sbloccare il serbatoio e avviare la moto su cui ti trovi.

Faro anteriore

Un caratteristico faro anteriore rotondo che ricorda gli elementi di stile delle supercar BRABUS, come la BRABUS 900 GV12 e la BRABUS 800 Adventure XLP, domina l’immagine della BRABUS 1300 R, eliminando ogni dubbio sul pedigree di questa moto. <br />

Assistenza alla guida

Molti tradizionalisti resteranno forse perplessi alla vista degli ausili elettronici alla guida, affermando che interferiscono con la guida pura. Tuttavia, quando si tratta della BRABUS 1300 R, tutte le funzioni elettroniche sono state messe a punto, per avere una maggiore risposta dal motore e un intervento meno invasivo dei sistemi di sicurezza. Significa che le impostazioni del Quickshifter+ sono state migliorate, che si ottiene una risposta più precisa e naturale e che le funzioni anti-impennata sono più fluide e più intuitive.

Riding mode

In cerca del controllo ottimale, la BRABUS 1300 R vanta un controllo della trazione, una funzione anti-impennata e riding mode eccellenti. <br /><br /><strong>Modalità Rain</strong><br />Il "Rain mode" rappresenta l’impostazione più ovvia sul bagnato. Infatti offre il massimo livello di controllo della trazione, una risposta morbidissima dell'acceleratore e meno potenza, tenendo la ruota anteriore sull’asfalto quando serve davvero.<br /><strong>Modalità Street</strong><br />Proprio come suggerisce il nome, lo "Street mode" è pensato per la guida quotidiana sulle strade di tutti i giorni. Piena potenza, risposta dell'acceleratore standard e controllo della trazione con slittamento limitato tengono tutto sotto controllo su strada. <br /><strong>Modalità Sport</strong><br />Attivato per una guida più briosa, lo "Sport mode" rinforza il controllo dell’acceleratore, riduce leggermente il controllo della trazione e permette all’anteriore di sollevarsi in caso di accelerazione improvvisa. E, ovviamente, libera tutta la potenza.<br /><strong>Track mode</strong><br />Permette ai piloti di personalizzare i livelli di slittamento della ruota e la risposta dell'acceleratore in base alle loro preferenze individuali o alle condizioni della pista. Il controllo della trazione può essere impostato su 9 livelli di slittamento, mentre l’MSC viene completamente disabilitato. Anche la funzione anti-impennata può essere disattivata del tutto per chi ama alzare la ruota anteriore quando taglia il traguardo.<br /><strong>Performance mode</strong><br />Riprende il concetto base del "Track mode", ma lo adatta alla strada. I piloti possono ancora regolare la risposta dell’acceleratore, lo slittamento della ruota e la funzione anti-impennata, pur mantenendo le tipiche funzionalità da strada, come il sistema di regolazione della velocità e il KTM Connect.

MTC

Il controllo di trazione della motocicletta, in breve MTC, usa due diversi dispositivi per tenere la situazione sotto controllo. Il primo e più ovvio è il dispositivo che controlla lo slittamento della ruota, regolando il numero di giri o spezzando la trazione sulla ruota posteriore. Il controllo dell’angolo di inclinazione rileva e regola i cambi improvvisi nel sollevamento della ruota anteriore. Entrambi questi dispositivi di controllo usano strategie individuali per garantire una perfetta rete di sicurezza "dietro le quinte" che è sempre funzionante. Mentre i vantaggi in termini di sicurezza sono ovvi, si ha anche un beneficio nell’accelerazione sui rettilinei.<br /><br />L’MTC funziona anche quando vengono messi alla prova gli angoli di piega, reagendo immediatamente se la ruota posteriore aumenta il numero di giri in modo sproporzionato rispetto alla situazione di guida. L'MTC diminuisce la potenza del motore tramite le valvole a farfalla con un intervento delicatissimo e quasi impercettibile, riducendo lo slittamento al livello ottimale in funzione del riding mode selezionato e dell’angolo di piega. Secondo il riding mode selezionato, l'MTC permette diversi livelli di slittamento della ruota posteriore. Ovviamente, l’MTC può essere completamente disabilitato per provare tutta l’aggressività dell’esperienza.

MSR

A differenza dell’MTC, che entra in funzione quando la potenza sale, l’MSR interviene quando la potenza si riduce. La regolazione della coppia del motore in fase di rilascio (MSR) è presente come dotazione di serie sulla BRABUS 1300 R. L’MSR lavora insieme alla frizione antisaltellamento per dosare la valvola a farfalla, garantendo una decelerazione estremamente fluida nelle condizioni più estreme, senza l’indesiderato blocco della ruota posteriore. Viene disattivato nelle modalità "TRACK" e "ABS Supermoto", per permettere ai piloti di inserire la moto in curva come preferiscono.

ABS Supermoto

Quando i piloti selezionano l’"ABS Supermoto", accadono tre cose. Innanzitutto, viene interamente disabilitata la funzione ABS sulla ruota posteriore, permettendo ai piloti di far bloccare i freni per migliorare l'inserimento in curva. In secondo luogo, il sistema ABS non interferisce nell’eventualità in cui la ruota posteriore si stacchi dall’asfalto, rendendo possibile lo stoppie. Infine, viene disattivato l’ABS sensibile all’angolo di piega, lasciando ai piloti il pieno controllo quando si infilano fulminei nelle curve veloci con la massima pressione dei freni. Nel complesso, la disattivazione di queste funzioni con l’“ABS Supermoto” dà al pilota più controllo nelle situazioni estreme in pista e permette ai più abili di frenare con più forza durante le sessioni in cui cercano il limite della staccata in curva.

Sistema di regolazione della velocità

I lunghi viaggi in autostrada saranno una passeggiata grazie al sistema di regolazione della velocità della BRABUS 1300 R. Viene facilmente attivato e controllato tramite un interruttore posto sul lato sinistro del manubrio; i piloti possono impostarlo in terza, quarta, quinta e sesta, a una velocità compresa fra 40 e 200 km/h. Si tratta di un modo per risparmiare energia per i tratti tortuosi.

Sistema di controllo della pressione degli pneumatici

Come suggerisce il nome, questo sistema controlla la pressione degli pneumatici e, attraverso il display TFT, avverte il pilota di un potenziale danno agli pneumatici in caso di perdita di pressione. Sicuramente un ulteriore vantaggio, se vuoi passare più tempo sulla strada e meno a controllare la pressione.

Reset automatico degli indicatori di direzione

Le frecce che si disattivano automaticamente (ATIR) rappresentano un grande miglioramento in termini di sicurezza, poiché ora è impossibile dimenticarsi di spegnerle lasciandole lampeggiare all’infinito. Le frecce smettono di lampeggiare dopo 10 secondi e 150 metri. 

RACE ON

Dimenticati di chiavi dell'accensione e tappi del serbatoio a chiusura meccanica, perché la BRABUS 1300 R è dotata della tecnologia keyless. Tutto ciò di cui hai bisogno è il transponder in tasca, così potrai sbloccare il serbatoio e avviare la moto su cui ti trovi.

05. Sovrastrutture e grafiche

Sovrastrutture

Una caratteristica tipica di tutti i prodotti BRABUS è la fibra di carbonio non trattata e a vista. La BRABUS 1300 R non fa eccezione, infatti i condotti dell’aria, la mascherina portafaro, il coperchio della sella del passeggero e il fondo sono tutti realizzati in fibra di carbonio leggera e ultraresistente. Più nello specifico, il fondo è composto da un singolo pezzo di fibra di carbonio che ferma l’ago della bilancia appena al di sopra degli 800 grammi, pur riuscendo a sostenere la snella sella singola.

Colori

La BRABUS 1300 R sarà rigorosamente limitata a sole 154 unità, in due inconfondibili colori: MAGMA RED e SIGNATURE BLACK. Sarà prodotta in soli 77 esemplari per ciascun colore, dove il 77 sta a indicare l’anno in cui fu fondata l’azienda BRABUS.

Serbatoio

Realizzato in acciaio, il serbatoio da 16 litri è stato progettato per incrementare l’impatto visivo della BRABUS 1300 R. Ai lati sono presenti due condotti dell’aria in carbonio, che mettono in evidenza il carattere vigoroso e il pedigree BRABUS. La forma e l’angolatura complessive sono state progettate per sostenere il pilota su strada.

Display TFT

Il display TFT da 5" con inclinazione regolabile vanta un design sobrio e funzionalità innovative. La struttura intuitiva del menu permette al pilota di accedere più rapidamente alle varie funzioni e di personalizzare meglio le impostazioni di guida che preferisce. Il display con vetro antigraffio incollato aiuta anche a contrastare i riflessi.

Sovrastrutture

Una caratteristica tipica di tutti i prodotti BRABUS è la fibra di carbonio non trattata e a vista. La BRABUS 1300 R non fa eccezione, infatti i condotti dell’aria, la mascherina portafaro, il coperchio della sella del passeggero e il fondo sono tutti realizzati in fibra di carbonio leggera e ultraresistente. Più nello specifico, il fondo è composto da un singolo pezzo di fibra di carbonio che ferma l’ago della bilancia appena al di sopra degli 800 grammi, pur riuscendo a sostenere la snella sella singola.

Colori

La BRABUS 1300 R sarà rigorosamente limitata a sole 154 unità, in due inconfondibili colori: MAGMA RED e SIGNATURE BLACK. Sarà prodotta in soli 77 esemplari per ciascun colore, dove il 77 sta a indicare l’anno in cui fu fondata l’azienda BRABUS. <br />

Serbatoio

Realizzato in acciaio, il serbatoio da 16 litri è stato progettato per incrementare l’impatto visivo della BRABUS 1300 R. Ai lati sono presenti due condotti dell’aria in carbonio, che mettono in evidenza il carattere vigoroso e il pedigree BRABUS. La forma e l’angolatura complessive sono state progettate per sostenere il pilota su strada.

Display TFT

Il display TFT da 5" con inclinazione regolabile vanta un design sobrio e funzionalità innovative. La struttura intuitiva del menu permette al pilota di accedere più rapidamente alle varie funzioni e di personalizzare meglio le impostazioni di guida che preferisce. Il display con vetro antigraffio incollato aiuta anche a contrastare i riflessi.

Dettagli tecnici

Motore

  • Coppia 140 Nm
  • Cambio 6 marce
  • Raffreddamento Raffreddamento liquido
  • Potenza in kW 132 kW
  • Avviamento Starter elettrico
  • Corsa 71 mm
  • Alesaggio 108 mm
  • Frizione frizione antisaltellamento PASC (TM), comando idraulico
  • Emissioni CO2 129 g/km
  • Cilindrata 1301 cm³
  • EMS EMS Keihin con RBW e cruise control, doppia accensione
  • Costruzione Bicilindrico, 4 tempi, V 75°
  • Consumo di carburante 5.5 l/100 km
  • Lubrificazione forzata con 3 pompe dell'olio

Ciclistica

  • Capacità serbatoio (circa) 16 l
  • ABS Robert Bosch AG 9.1 MP 2.0 (con ABS sensibile all'angolo di piega e ABS SUPERMOTO)
  • Diametro disco freno anteriore 320 mm
  • Diametro disco freno posteriore 240 mm
  • Freno anteriore 2 pinze fisse monoblocco a quattro pistoncini Brembo Stylema con attacco radiale
  • Freno posteriore pinza fissa a due pistoncini Brembo, disco freno
  • Catena X-ring 525
  • Costruzione telaio telaio tubolare a traliccio al cromo-molibdeno, verniciato a polvere
  • Sospensione anteriore WP Semi-active Suspension USD Ø 48 mm (GEN.2)
  • Altezza minima da terra 160 mm
  • Sospensione posteriore WP Semi-active Rear Shock (GEN.2)
  • Altezza sella 845 mm
  • Inclinazione cannotto di sterzo 64.8 °
  • Escursione anteriore 125 mm
  • Escursione posteriore 140 mm